Resistenze all’Umidità
L’EPS è permeabile al vapore acqueo, quindi è traspirante, ma è impermeabile all’acqua. La permeabilità al vapore acqueo fa si che all’interno di edifici e ambienti isolati con EPS non si formino muffe.

Un dato importante è quello della resistenza alla diffusione del vapore espresso come rapporto µ (adimensionale) fra lo spessore d’aria che offre la stessa resistenza al passaggio del vapore e lo spessore di materiale in questione.

Per l’EPS il valore di µ è compreso entro limiti che vanno crescendo con la massa volumica, come mostra la tabella seguente, tratta da UNI 7819.RESISTENZA alla diffusione del vapore dell’EPS massa volumica (Kg/m cubi) µ minimo µ massimo 15 20 40 20 30 50 25 40 70 30 50 100 35 60 120 il comportamento dell’EPS a fronte dell’acqua non dà adito a limitazioni.

L’acqua non scioglie l’EPS nè attraversa le pareti delle celle chiuse. L’assorbimento per immersione, una situazione che non si verifica in pratica, ammonta al massimo al 5% in volume per l’EPS 15 e al 3% per l’EPS 30. Più interessante per l’impiego è l’assorbimento per capillarità, che è praticamente nullo, e sopratutto l’assorbimento dell’aria umida.

Un EPS 20, a contatto con l’aria con 95% di U. R. per 90 giorni, ha mostrato un assorbimento dello 0,7% in peso.